MEDIA

EVENTI

Gli ultimi avanzamenti nel settore sanitario sono rappresentati dalla crescente abilità di raccogliere grandi quantità di dati sanitari, inclusi le cartelle cliniche elettroniche, i dati di laboratorio, i risultati riportati dai pazienti, nonché i dati provenienti da registri e studi clinici. Questo tipo di Big Data fornisce ai ricercatori nuovi strumenti utili a soddisfare i bisogni dei pazienti. Il panorama dei dati in rapida evoluzione richiede un cambiamento nell'accesso, nella gestione e nell'analisi dei dati in modo da stare al passo con i rapidi progressi della scienza e della tecnologia.

Sfide e opportunità poste dai Big Data in ambito medico saranno discusse anche durante la sessione 3 - Special insights on pharmaceutical R&D plans and rules in the framework of the pharmaceutical system reform del XIII Foresight Training Course, organizzato dalla Fondazione per la Ricerca Farmacologica Gianni Benzi Onlus, che si terrà online il 23 Ottobre 2020. Se vuoi scoprire di più su questo interessante argomento, puoi registrarti all’evento qui.

Fondazione Gianni Benzi è attivamente coinvolta nel settore del Data Science e Information Technology e promuove in questo ambito l’uso secondario di dati soprattutto quelli derivanti da popolazioni vulnerabili come i bambini, con l’obbiettivo di ridurre il numero di sperimentazioni cliniche in queste popolazioni.

Per questo motivo, Fondazione Benzi segue con interesse il lavoro svolto presso l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) e lHeads of Medicines Agencies (HMA), che hanno recentemente condiviso con la comunità il piano di lavoro sviluppato dal Big Data Steering Group (BDSG) che stabilisce le azioni da realizzare nel periodo 2020-2021.

Il BDSG è stato istituito nel febbraio 2020 per consigliare il Management Board dell’EMA e l’HMA sull'attuazione delle dieci raccomandazioni prioritarie, pubblicate dalla task force congiunta Big Data Task Force HMA-EMA nel gennaio 2020, e rivolte alle autorità regolatorie per l'evoluzione del loro approccio all'uso dei dati e alla generazione di prove.

Il piano di lavoro, partendo dalle dieci raccomandazioni per sbloccare il potenziale dei Big Data per la salute pubblica in Europa, ha l’obiettivo di implementare l'utilità dei Big Data nella regolamentazione, dalla qualità dei dati attraverso metodi di studio fino alla valutazione e al processo decisionale.

Seguici per ulteriori approfondimenti sull’argomento!

Pin It on Pinterest

Share This