MEDIA

EVENTI

Fondazione Gianni Benzi è attivamente impegnata in diverse attività che coinvolgono partner africani. Pertanto, vi proponiamo un aggiornamento sull’attuale pandemia da COVID-19 in Africa, un continente che ha la necessità di fronteggiare anche altre importanti emergenze sanitarie.  

Il virus SARS-COV-2 si è velocemente diffuso in tutto il continente in poche settimane. Ad oggi sono confermati più di 14.000 casi, molti dei quali in Sud-Africa, Algeria, con più di 2000 casi, così come in Cameroon e Ghana dove i casi confermati sono più di 1000.  

Governi e autorità sanitarie in tutto il continente stanno cercando di liminare la diffusione dei contagi.  

Inoltre, l’ufficio regionale per l’Africa dell’Organizzazione Mondiale della sanità (WHO AFRO) sta lavorando a stretto contatto con i suoi 47 Stati membri e partner, per implementare le risposte all’emergenza.  

La Dott.ssa Matshidiso Moeti, direttore regionale per l’Africa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha sottolineato: “Undici dei 17 Paesi con più di 100 casi di COVID-19 sono localizzati nell’Africa Occidentale e Centrale. Stiamo lavorando con i governi per capire meglio cosa sta accadendo, ma la situazione è preoccupante, in quanto i Paesi in queste regioni hanno spesso sistemi sanitari particolarmente fragili”. In molti Paesi scarseggiano le attrezzature mediche necessarie per rispondere al COVID-19. L’OMS sta collaborando con il World Food Programme (WFP), l’African Union (AU), i governi nazionali e la Fondazione Jack Ma per garantire le forniture necessarie per gli operatori sanitari che operano in prima linea. Molti Paesi hanno ricevuto le attrezzature mediche come visiere, guanti, occhiali, camici, mascherine, grembiuli medici e termometri e più di 400 ventilatori. Il Kenya è uno dei Paesi che ha ricevuto queste attrezzature; “Sono arrivate nel momento giusto, poiché vorremmo che gli operatori sanitari siano preparati a continuare il lavoro che stanno svolgendo nella gestione dei siti e delle strutture di isolamento sottoposti a quarantena organizzate in tutto il Paese” ha dichiarato il Dott. Simon Kibias, del Ministero della Salute del Kenya.  

WHO AFRICA ha inoltre fornito diverse sessioni di formazione sulla gestione dei casi e sulle misure di prevenzione destinate agli operatori sanitari e a breve verrà condiviso, per supporto tecnico, del materiale di formazione sulle attività di laboratorio.  

A sostegno del continente africano, un team di medici proveniente dalla Cina sta attualmente supportando la risposta in Nigeria, mentre un team inglese sta lavorando in Zambia e presto anche il Burkina Faso riceverà aiuto da un altro team inglese.  

L’OMS continua a fornire alle autorità nazionali e ai leader religiosi guide sulla gestione dei falsi miti da sfatare e sulla disinformazione. A tal fine, l’OMS e i suoi partner stanno promuovendo attraverso i mass media, messaggi, video e slogan sui comportamenti e azioni preventive da adottare. Guarda il video dell’OMS, per scoprire alcuni consigli utili da seguire e visita il sito di WHO AFRO dove puoi trovare materiale interessante per rimanere aggiornato sull’emergenza in Africa 

Diffondi la notizia e resta a casa!  

Pin It on Pinterest

Share This